Login

 
 

Ultime immersioni inserite

Data Immersione
06/07/17 Isola dei Cavoli - I Variglioni
02/06/17
02/04/17
19/02/17
10/02/17

Lo Squalo Bianco

Scritto da divemania in data 04/05/11
Rating   Login per votare. Voti: 1  
| Commenti 0 | Visite 10920

 

 

l Grande squalo bianco è un pesce condroitto della famiglia dei Lamnidi. Unico rappresentante vivente del genere Carcharodon, questo squalo è il più grande pesce predatore del pianeta. 

Distribuzione e habitat Sostanzialmente cosmopolita. È diffuso particolarmente in acque fredde o temperate, con concentrazioni al largo delle coste meridionali dell'Australia, del Sudafrica, della California, del Messico e nel mar Mediterraneo centrale. È tuttavia possibile trovarlo anche in acque più calde, come ai Caraibi. È uno squalo pelagico, ma si avvicina saltuariamente alle coste, particolarmente nelle zone dove la piattaforma continentale è molto vicina ad esse o nelle aree particolarmente ricche di potenziali prede (come, ad esempio, colonie di otarie o di pinguini). 

Descrizione È una specie sempre massiccia, seppure di corporatura variabile. Muso di forma conica, un po' bombato nella parte inferiore. Occhio scuro e rotondo. Cinque fessure branchiali. La pinna caudale è grande, di forma "lunata", avendo il lobo inferiore lungo quasi quanto il superiore. Il peduncolo caudale è depresso in senso dorso-ventrale, in modo da formare due ampie carene sui lati. Colore bianco nella parte inferiore del corpo, variabile dal grigio al blu nella parte superiore. Talvolta ardesia. La linea di separazione tra le due colorazioni è netta e frastagliata. La pelle dello squalo non è ricoperta di scaglie, ma di dentelli appuntiti, che misurano qualche decimo di millimetro fino ad 1cm, costituiti di dentina ricoperta di smalto; hanno come funzione principale quella di far scorrere l'acqua lungo il corpo dello squalo, inoltre lo proteggono dai parassiti. 

Il comportamento Lo squalo bianco percepisce le vibrazioni sonore a grande distanza; è in grado di rilevare una goccia di sangue diluita in migliaia di litri d'acqua. Inoltre, come gli altri squali, può percepire dei debolissimi campi elettrici e bio-elettrici generati dall'attività motoria delle sue potenziali prede. Deve questa capacità a due particolari organi sensoriali, il primo posto sull'estremità del muso chiamato "ampolle di Lorenzini", il secondo chiamato linea laterale. Una peculiarità del Carcharodon carcharias risiede nella temperatura sanguigna. Infatti questa specie di squalo ha la temperatura del sangue sempre più alta rispetto alla temperatura dell'acqua circostante.

Propietà Immagine: Thedorsalfin.com

Fonte Testo: Wikipedia

 

Articoli correlati

 

Video correlati

 

 

Commenti

Fai tu il primo commento!


Per inserire un commento devi essere un utente registrato.
Registrati oppure fai il Login
 

Ultimi utenti facebook