Login

 
 

Ultime immersioni inserite

Data Immersione
27/01/18 Lago di Lavarone - IceExperience
06/07/17 Isola dei Cavoli - I Variglioni
08/02/16 Lido Rosa die Venti
03/02/16 Area Del Ciongolo
27/11/15 SECCA DEL CORVO

Relitto Baron Gautsch (Croazia)

Scritto da divemania in data 24/08/11
Rating   Login per votare. Voti: 3  
| Commenti 0 | Visite 7790

  

 

Il Baron Gautsch fu una nave passeggeri della marina austriaca, costruita a Trieste nel 1913, per conto dei Lloyd austriaci, e affondata davanti a Rovigno, a 7 miglia dall'isola di Brioni in Croazia il 13 agosto del 1914.

Partita la mattina dal porto di Lussingrande verso Trieste alle 14.50, navigando troppo vicino alla costa dalmata, entro' in un tratto di mare minato proprio dalle stessa marina austriaca, nonostante i segnali di allarme ricevuti dal posamine Basilisk, affondando quindi a causa di un urto con una mina. Circa 245 persone morirono nel naufragio; il capitano ed il primo ufficiale, sopravvissuti al disastro, vennero posti agli arresti a Pola. Dopo la prima guerra mondiale, il suo relitto, affiorante venne usato come bersaglio dalla marina jugoslava, oggi si trova su di un fondale a circa 40 metri di profondità e, completamente colonizzato dalla fauna marina, è meta di immersione per numerosi subacquei.

Il Baron Gautsch era un piroscafo appartenente al Lloyd Austriaco e seguiva la rotta tra Lussin Grande e Trieste.Costruito in Scozia nel 1908. Siamo nel periodo della prima guerra mondiale e il barone era stato requisito dalla Marina Militare austriaca per il trasporto delle truppe dalla Dalmazia a trieste. Quel suo ultimo viaggio era il primo dopo che era torano ad essere un Piroscafo passeggeri e il commandante era stato sostituito da uno militare a uno civile. Alle ore 11.00 del 13 agosto 1914, il "Baron Gautsch" salpava dal porto di Lussingrande, diretta verso Trieste dove era previsto l'arrivo per le ore 18.00. La nave doveva mantenersi al largo per evitare una zona di mare minata dalla stessa Marina Austriaca. Alle 15:45 la nave affondò in pochissimi minuti: delle 300 persone a bordo 130 morirono affogate. Pesanti accuse caddero sull'equipaggio, che si salvò quasi integralmente: molte scialuppe non furono calate in mare a causa della loro cattiva manutenzione e i salvagente erano chiusi a chiave negli armadietti poiché si voleva evitare che i passeggeri di terza classe li utilizzassero come cuscini durante il viaggio. In definitiva l'equipaggio fu accusato di aver pensato a salvare la propria pelle invece di pensare ai passeggeri (moltissime donne e bambini). Gli ufficiali inquisiti furono poi tutti assolti e continuarono la loro carriera senza nessuna conseguenza.

Il Baron Gautsch giace a 40 metri sul fondo del mare ancora diritto e con la prua orientata nella direzione che aveva prima del naufragio. Ciò che rende particolarmente affascinante l'immersione è lo stato di conservazione del relitto.continua

Maggiori Informazioni: Scheda Immersione

Proprietà immagini: Stojan Babic

 

Articoli correlati

 

Video correlati

 

 

I nostri Partner nelle vicinanze

Nome Città Categoria Distanza

Vuoi essere presente in questa scheda? Diventa Partner

Commenti

Fai tu il primo commento!


Per inserire un commento devi essere un utente registrato.
Registrati oppure fai il Login
 

Ultimi utenti facebook