Login

 
 

Ultime immersioni inserite

Data Immersione
27/01/18 Lago di Lavarone - IceExperience
06/07/17 Isola dei Cavoli - I Variglioni
08/02/16 Lido Rosa die Venti
03/02/16 Area Del Ciongolo
27/11/15 SECCA DEL CORVO

MAR ROSSO dispersi per 30 ORE

Scritto da divemania in data 11/11/09
Rating   Login per votare. Voti: 1  
| Commenti 0 | Visite 8998

 

Quattro subacquei russi ( Vitaly Ivanov , Anna Filiooenko , Dimitry Smerdov e Sergei Larionov ) sono stati protagonisti di una spiacevole dissaventura in Mar Rosso , per fortuna a lieto fine.

I quattro erano inbarcati sulla barca Bohemia per una normale crociera e il 17 Agosto , verso mezzogiorno, stavano svolgendouna bella immersione alle isole The Brothers , un gioiello posto a decine di miglia dalla costa.

Una corrente intensa , spesso presente in questo sito , li ha allontanati dal gruppo e spinti lontano dalle isole , probabilmente a causa di una loro cattiva stima, visto che gli altri subacquei del gruppo non hanno avuto problemi .

Alle 12.30 la Cwds è stata avvertita della scomparsa dei quattro sub . Immediatamente sono partite le ricerche , aeree e per mare, senza alcun esito positivo. Intanto la corrente trasportava i subacquei verso Sud/Ovest , cioè (per fortuna!) verso terra. Durante la notte Ivanov è rimasto separato dal gruppo, ma la mattina successiva, mentre le ricerche riprendevano, il subacqueo avvistava la costa e si dirigeva a nuoto verso riva , approndando verso le 2 e mezzo del pomeriggio a circa 20 miglia a Sud di El Quseir, sulla spiaggi di un villaggio turistico .Il sub, esausto, è stato subito portato in ospedale.

I suoi tre compagni sono invece approdati 5 miglia più a Nord , quattro ore dopo l'arrivo sulla costa di Ivanov . Nelle 30 ore trascorse  in mare il gruppetto ha percorso circa 40 miglia, ciò significa che la velocità media della corrente era superiore a 1.3 nodi (0.7 metri al secondo)!

Questo evento suggerisce a tutti i subacquei che si immergononelle isole del Mar Rosso (e in tutti i posti in cui la corrente può essere intensa) di tenere un comportamento più che prudente.

Noi consigliamo sempre quando si fanno immersioni di avere in dotazione avvisatori acustici e segnalatori di presenza (pedagno) gudget indispensabili per prevenire tali problematiche.  

 

Articolo tratto dalla rivista "il subacqueo" di novembre 2009.

 

 

 

Commenti

Fai tu il primo commento!


Per inserire un commento devi essere un utente registrato.
Registrati oppure fai il Login
 

Ultimi utenti facebook